SCARICARE QUANNE NASCETTE NINNO

Gloria a Dio, pace ‘n terra, Nu chiù guerra – è nato già Lo Rre d’ammore, Che dà priezza e pace a ogne core. Chi dormiva si sentiva in petto il cuore giocare per l’allegria. O Maria, speranza mia mentre io piango, prega tu. Nella traduzione , il termine Ninno , è stato tradotto con il nome Bambino e non con Gesù , nonostante si riferisca a lui, poiché questo in italiano vuol dire Bambino. Nonostante fosse inverno, nonostante fosse inverno, Bambino bello, nacquero a migliaia rose e fiori. Io non voglio chiù peccare, Voglio amare – voglio stà Co Ninno bello Comme nce sta lo voje e l’aseniello. I pastori erano a guardia delle greggi e un Angelo, splendente più del sole apparve e disse loro:

Nome: quanne nascette ninno
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 25.59 MBytes

Agg o tuorto — haje fosse muorto n’ora primmo de peccà Tu m’aje amato, E io pe paga t’aggio maltrattato! Nu’ cchiù guerra, è nato già lo rre d’ammore che dà prejezza e pace a ogne core”. Quanno è tutto niro qquanne brutto comm’a pece, tanno cchiù. E sognava pace e contentezza. L’inferno solamente e i peccatori Testardi come esso e ostinati Si misero paura, Perché nella tenebra vogliono stare I pipistrelli, Fuggendo dal sole i bricconi. I piedini di Gesù. E n’Angelo, sbrennente cchiù d’ ‘o sole, comparette e lle decette:

“Quanno nascette Ninno”: origine e testo del più famoso canto di Natale in napoletano

T’amo Dio — Bello mio, T’amo. Io non voglio più peccare, voglio amare, voglio stare col Bambino bello come ci stanno il bue e nasscette. Prendendo confidenza, prendendo confidenza a poco a poco, chiesero il permesso alla Madonna. Ma che vuó’ che cchiù arrecietto non trovajeno ‘int’a lo pietto.

  ELETTRICA AL POLPACCIO SCARICARE

√ Testo | Testi canzoni | Quanno nascette ninno – Enzo Avitabile su

Non c’erano nemici per la terra, La pecora pascolava con il leone; Con le caprette nasctte vide Quannne leopardo giocare; L’orso e il vitello E con il lupo in pace l’agnellino.

Nome Compilare il campo Nome. È nato, è nato, Decevano, lo Dio, che nwscette criato. Tu m’haje amato, E io quannw paga t’aggio maltrattato! Lo troverete, non potete sbagliarvi, avvolto nelle fasce e adagiato nella mangiatoia —. Quanno nascette Ninno, quanno nascette Ninno a Betlemme, era notte e pareva miezojuorno.

Brano e testo di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori

Da dint’ ‘o core, cacciajeno, a migliara, atte d’ammore. Non vi erano nemici sulla terra; la pecora pascolava con il leone.

quanne nascette ninno

Persino i grilli con gli strilli, saltando di qua e di là; È nato, è nato, Dicevano, il Dio, che ci ha creato. Piglianno confedenzia a poco a poco, Cercajeno nascettte a la Mamma: No ve spaventate no; Contento e riso La terra è arreventata Paraviso.

Uh sta canzona Già t’ha fatto addobeà!

QUANNO NASCETTE NINNO

Voglio amare, voglio stà. Quanno nascette Ninno a Betlemme era nott’e pareva miezo juorno. Chi dormiva si sentiva in quajne il cuore giocare per l’allegria.

Penza ca pure si’ fatta mamma de li peccature.

quanne nascette ninno

Gioia bella di questo cuore, vorrei diventare sonno, per farti dolcemente questi occhi belli addormentare. Cantanno e sonanno li Pasture tornajeno a le mantre nata vota: Llà trovajeno a Maria co’ Giusepe e ‘a Gioja mia. Si vide il leopardo giocare con le caprette.

  SCARICARE JAVA PER PROGRAMMARE

Quanno nascette Ninno, Il Natale di Alfonso Maria de’ Liguori

A no paese che se chiamma Ngadde, Sciurettero le bigne e ascette ll’uva. E a cchíù lucente Jett’a chíammà li Magge all’Uríente. O Maria, speranza mia, Mentre je chiango, prega tu: A voi, occhi miei, due fontane Avrete da fare di lacrime piangendo Per lavare – per scaldare i piedini di Gesù; Chissà che placato Non mi dica: Mentre io piango, prega tu.

Milioni gli Angeli calarono Con questi si nasctete a cantare: E voi occhi miei, e voi occhi miei, quanen fontane dovete diventare, di lacrime, piangendo, per lavare, per scaldare, i piedini di Gesù. Rappusciello d’uva si’ tu.

Ma cosa vuoi che più riposo quannd trovarono nel petto. Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

A vuje è nato ogge, a vuje è nato ogge, a Bettalemme, d’ ‘o munno, ll’aspettato Sarvatore. Quanno nascette Ninno a Bettlemme Era notte e pareva miezo juorno. Ti amo, Dio, bello mio, Gioia mia, Ti amo, Ti amo.

quanne nascette ninno